domenica 18 giugno 2017

Fagiolini al forno light


Dosi per 2
Calorie: 432

Ingredienti:
• 400 g di fagiolini verdi
• 100 g di pangrattato
• 1 cucchiaino di paprica dolce
• farina per infarinare q.b.
• 2 uova (io metto solo albume)
• qualche spicchio di limone per servire
• olio di oliva q.b.
• sale q.b.

Per prima cosa lava e spunta i fagiolini, asciugali bene e infarinali con cura. Se vuoi fare più in fretta, puoi metterli tutti in un sacchetto per alimenti, assieme a due o tre cucchiai di farina, poi chiudi il sacchetto e agitalo bene, dopodiché setacciali delicatamente, eliminando la farina in eccesso. 
In un piatto fondo sbatti le uova con una forchetta, poi in una ciotola capiente mescola 100 g di pangrattato e un cucchiaino di paprica dolce. 

Preleva una manciata di fagiolini infarinati e passali prima nell’uovo e successivamente nel mix di pangrattato, dopodiché adagiali ben distesi su una teglia dai bordi bassi, avendo cura di non sovrapporli uno sull’altro. 
Procedi in questo modo con tutti i fagiolini, poi salali a piacere. Irrora con poco olio di oliva i fagiolini e mettili a cuocere nel forno preriscaldato in modalità statica a 200 °C per circa 30-35 minuti o comunque fino a quando saranno ben cotti e dorati. 
Una volta pronti, servili subito in tavola, assieme a spicchi di limone o se preferisci del ketchup, magari fatto in casa seguendo la ricetta://1111 Ketchup che trovi nella sezione delle salse, buon appetito! 

SEGUI PASSIONEPERLOSPORT SU:


Sport come passione e stile di vita
#menùfitness #fitness  #paleo #proteica #postworkout #passioneperlosport #light #allenamentomattutino #dietametabolica #metodolafay #pausapranzo #sports #sport #active #fit #nonsimollauncazzo #strengthmatters #trx #rovigo #rovigram #picoftheday #photooftheday #afterlight #livefolk #liveauthentic #homeworkout #love #amoremio #loveyou #ricominciodame Blog 👉🏻 @passioneperlosport 

https://passioneperlosport.blogspot.it


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e con verifiche accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici (di battitura). Lo Staff di passioneperlosport si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog su segnalazione o dopo opportune verifiche periodiche.
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet (in particolare da diverse directory gratuite) e, pertanto, considerate di pubblico dominio. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore di cui il nostro Staff non è a conoscenza, vi preghiamo di comunicarcelo via email, così da permettere una veloce verifica ed una eventuale rimozione.
Gli autori del blog non sono responsabili del corretto funzionamento o dei contenuti di siti web segnalati negli articoli.Questi infatti, possono essere soggetti a variazioni nel tempo e la responsabilità ricade esclusivamente sui titolari dei siti web segnalati in buona fede. Eventuali link che rimandino a contenuti non idonei o diversi da quelli inizialmente pubblicati, possono essere segnalati al nostro Staff via email. Sarà nostra cura provvedere ad effettuare una verifica ed eventualmente procedere ad una rimozione del link stesso.

sabato 17 giugno 2017

I sintomi della stanchezza

I sintomi della stanchezza


La stanchezza puo’ essere definita una sensazione di affaticamento, spossatezza che rende molto faticose se non addirittura impossibili le normali attività quotidiane.

La stanchezza in un individuo si puo’ presentare come fisica (diminuzione della forza muscolare, astenia, sonnolenza) o come mentale (difficoltà  a memorizzare, di concentrazione, a rimanere svegli o ad addormentarsi ) o entrambe le cose.

A volte oltre alla stanchezza si possono ricevere altri “segnali” dal nostro organismo:

  • dolori muscolari;
  • dolori alle articolazioni;
  • raffreddori e influenza (il sistema immunitario si è indebolito);
  • mal di testa;
  • nausea;
  • disagio emotivo: irritabilità, ipersensibilità; 
  • fotofobia.

Cause della stanchezza

Le cause della stanchezza possono essere molteplici:

  • stress;
  • eccesso di lavoro (sia fisico che mentale); 
  • insonnia;
  • depressione;
  • shock emotivi (lutti, separazioni);
  • sovrappeso;
  • carenza di vitamine e minerali;
  • farmaci (effetti collaterali);
  • sedentarietà;
  • gravidanza e allattamento;
  • menopausa;
  • ipotiroidismo;
  • patologie non diagnosticate;

Rimedi per la stanchezza

L’approccio olistico alla stanchezza (sia fisica che cronica) prevede un approccio multifattoriale al problema.

  • Revisione della propria alimentazione attraverso la verifica della presenza di particolari intolleranze che creano intossinazione e quindi disordine intestinale e acidificazione del sangue.
  • Eliminazione di sostanze nervinetipo caffè, the, cola e zuccheri raffinati: queste sostanze sembra che forniscono energia e tono ma in realtà esauriscono ancor di più le ghiandole surrenali, responsabili del rilascio di ormoni come adrenalina e noradrenalina (ormoni dello stress).
  • Cena leggera con poche proteine animali (carne , pesce, uova) a favore di proteine vegetali ; banditi gli spuntini dopo cena così come gli alcolici e i super alcolici.
  • Utilizzare cereali integrali in chicco come Quinoa, Amaranto e Miglio limitando l’utilizzo di farine bianche raffinate e cereali come il frumento.
SEGUI PASSIONEPERLOSPORT SU:


Sport come passione e stile di vita
#menùfitness #fitness  #paleo #proteica #postworkout #passioneperlosport #light #allenamentomattutino #dietametabolica #metodolafay #pausapranzo #sports #sport #active #fit #nonsimollauncazzo #strengthmatters #trx #rovigo #rovigram #picoftheday #photooftheday #afterlight #livefolk #liveauthentic #homeworkout #love #amoremio #loveyou #ricominciodame Blog 👉🏻 @passioneperlosport 

https://passioneperlosport.blogspot.it


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e con verifiche accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici (di battitura). Lo Staff di passioneperlosport si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog su segnalazione o dopo opportune verifiche periodiche.
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet (in particolare da diverse directory gratuite) e, pertanto, considerate di pubblico dominio. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore di cui il nostro Staff non è a conoscenza, vi preghiamo di comunicarcelo via email, così da permettere una veloce verifica ed una eventuale rimozione.
Gli autori del blog non sono responsabili del corretto funzionamento o dei contenuti di siti web segnalati negli articoli.Questi infatti, possono essere soggetti a variazioni nel tempo e la responsabilità ricade esclusivamente sui titolari dei siti web segnalati in buona fede. Eventuali link che rimandino a contenuti non idonei o diversi da quelli inizialmente pubblicati, possono essere segnalati al nostro Staff via email. Sarà nostra cura provvedere ad effettuare una verifica ed eventualmente procedere ad una rimozione del link stesso.

Sushi

Sushi



Tempo: 50 minuti
Dosi per 2
Calorie: 280

Ingredienti:
• 200 g di riso cotto per sushi 
• salmone o tonno fresco a bastoncini spessi circa 1 cm
• 2 fogli inumiditi di alga nori
• zenzero sott'aceto o in salamoia q.b.
• mezzo bicchiere di Sushizu
• salsa di soia q.b. (per servire)
• wasabi in pasta q.b. (per servire)

Ricetta giapponese Maki sushi significa sushi arrotolato e si può realizzare con gli ingredienti che più ti piacciono: puoi inserirne all'interno uno o più di uno, come il salmone e l'avocado, oppure dei bastoncini di cetriolo, o tonno, l'importante è che i bastoncini siano tutti più o meno spessi un centimetro. Per realizzare agevolmente i maki sushi ti servirà il Makisu, ovvero una stuoietta fatta di bastoncini di legno e avvolta in pellicola trasparente. Come per il Nigiri sushi, se utilizzi il pesce, assicurati che oltre ad essere fresco, sia stato 'abbattuto', ovvero congelato e mantenuto tra i -20 e i -30 gradi per 24-48 ore). Questo trattamento consente di eliminare l'anisakis, un parassita che può trovarsi nella carne del pesce e che, se ingerito, provoca disturbi molto gravi all'intestino, quindi fai molta attenzione al pesce che compri! Detto questo, puoi cominciare a preparare il riso per il sushi seguendo la ricetta del riso per sushi che trovi in questo speciale. Quando il riso sarà pronto stendi un foglio di alga nori sul Makisu (la stuoietta), lasciando la parte lucida verso il basso. Bagna le mani nel Sushizu (il composto di aceto di riso e zucchero, se non lo hai, puoi prepararlo seguendo le indicazioni descritte all'interno della ricetta del riso per sushi che trovi in questo speciale) e preleva metà del riso, stendendolo uniformemente sull'alga nori fino ad occuparne 4/5 della superficie (in questo modo ti assicurerai un lembo di alga per fissare il rotolo alla fine). Disponi al centro dello strato di riso un bastoncino di salmone o tonno (o l'ingrediente che preferisci), tagliato ad uno spessore di circa 1 cm, eliminando la parte in eccesso o aggiungendone un pezzo per coprire tutta la lunghezza del rotolo, quindi, aiutandoti con la stuoietta arrotola l'alga una sola volta, sigillando il rotolo con il lembo di alga nori lasciato vuoto. Avrai così formato un solido salame ricoperto di alga nori. Procedi in questo modo anche per il secondo rotolo, poi al momento di servire, taglia il salame in sei fette circa e per evitare che il riso rimanga attaccato al coltello, intingi la lama nel Sushizu prima di tagliare ogni fetta. Servi i maki accompagnandoli con piccole ciotoline di salsa di soia in cui intingerli (se hai la necessità di utilizzare alimenti senza glutine, procurati una salsa di soia consentita e garantita senza glutine), un mucchietto di wasabi (a parte, perchè non tutti lo gradiscono) e dello zenzero sott'aceto a fettine.

SEGUI PASSIONEPERLOSPORT SU:


Sport come passione e stile di vita
#menùfitness #fitness  #paleo #proteica #postworkout #passioneperlosport #light #allenamentomattutino #dietametabolica #metodolafay #pausapranzo #sports #sport #active #fit #nonsimollauncazzo #strengthmatters #trx #rovigo #rovigram #picoftheday #photooftheday #afterlight #livefolk #liveauthentic #homeworkout #love #amoremio #loveyou #ricominciodame Blog 👉🏻 @passioneperlosport 

https://passioneperlosport.blogspot.it


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e con verifiche accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici (di battitura). Lo Staff di passioneperlosport si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog su segnalazione o dopo opportune verifiche periodiche.
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet (in particolare da diverse directory gratuite) e, pertanto, considerate di pubblico dominio. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore di cui il nostro Staff non è a conoscenza, vi preghiamo di comunicarcelo via email, così da permettere una veloce verifica ed una eventuale rimozione.
Gli autori del blog non sono responsabili del corretto funzionamento o dei contenuti di siti web segnalati negli articoli.Questi infatti, possono essere soggetti a variazioni nel tempo e la responsabilità ricade esclusivamente sui titolari dei siti web segnalati in buona fede. Eventuali link che rimandino a contenuti non idonei o diversi da quelli inizialmente pubblicati, possono essere segnalati al nostro Staff via email. Sarà nostra cura provvedere ad effettuare una verifica ed eventualmente procedere ad una rimozione del link stesso.

venerdì 16 giugno 2017

In cucina: Panna si o Panna no?

Si può mangiare la panna da cucina durante la dieta?


La panna è un ingrediente che sta vivendo forse il momento più brutto della sua vita (metaforicamente parlando).

Dopo essere stata inserita praticamente in ogni tipo di ricetta, anche quando non ce ne era davvero bisogno e quando si sarebbe potuto optare per soluzioni più buone e più salutari.

Sappiamo però anche che spesso si finisce per accanirsi su alimenti senza che ce ne sia poi il bisogno e senza che questo accanimento contribuisca poi effettivamente a migliorare le nostre abitudini alimentari.

Per questo motivo parleremo dellapanna da cucina, ovvero la versione non zuccherata di quella che viene usata per fare la panna montata. Si può mangiare durante la dieta? Oppure si tratta di uno di quegli alimenti che sono rigorosamente off limits?

Vediamolo insieme, analizzando quelle che sono le verità scientifiche che riguardano questo alimento e cercando di eliminarle da quelle che sono le leggende metropolitane.

La panna è un alimento particolarmente calorico

Se dovessimo far partire la nostra analisi dal contenuto calorico della panna, quello che ne uscirebbe non è sicuramente un quadro edificante. Si tratta infatti di un alimento estremamente calorico: in 100 grammi di prodotto, si trovano infatti circa 300 calorie. Sicuramente non poche, tenendo anche conto del fatto che in genere finiscono grosso modo 80-100 grammi di panna per porzione in un normale piatto di pasta.

Si tratta di un monte calorico che non è soltanto inadatto a chi sta seguendo una dieta particolarmente restrittiva, ma anche a chi più in generale sta solo seguendo un regime di mantenimento. Aggiungere 300 calorie alla pasta, ad esempio, che è già calorica di per sé, non è sicuramente una buona idea.

Molto calorica, ma non bisogna neanche farne un dramma

La verità è però allo stesso tempo che spesso utilizziamo condimenti per la pasta e per i secondi piatti che sono molto più calorici della panna. Pensiamo all’olio d’oliva, che ha il triplo delle calorie della panna, ma anche al burro, che invece ne ha il doppio.

Messa in prospettiva, dunque, la panna non appare poi così calorica e nemmeno così poco salutare. Consumarne un cucchiaio con la pasta non è assolutamente un dramma. Basta non esagerare con le porzioni.

SEGUI PASSIONEPERLOSPORT SU:


Sport come passione e stile di vita
#menùfitness #fitness  #paleo #proteica #postworkout #passioneperlosport #light #allenamentomattutino #dietametabolica #metodolafay #pausapranzo #sports #sport #active #fit #nonsimollauncazzo #strengthmatters #trx #rovigo #rovigram #picoftheday #photooftheday #afterlight #livefolk #liveauthentic #homeworkout #love #amoremio #loveyou #ricominciodame Blog 👉🏻 @passioneperlosport 

https://passioneperlosport.blogspot.it


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e con verifiche accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici (di battitura). Lo Staff di passioneperlosport si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog su segnalazione o dopo opportune verifiche periodiche.
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet (in particolare da diverse directory gratuite) e, pertanto, considerate di pubblico dominio. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore di cui il nostro Staff non è a conoscenza, vi preghiamo di comunicarcelo via email, così da permettere una veloce verifica ed una eventuale rimozione.
Gli autori del blog non sono responsabili del corretto funzionamento o dei contenuti di siti web segnalati negli articoli.Questi infatti, possono essere soggetti a variazioni nel tempo e la responsabilità ricade esclusivamente sui titolari dei siti web segnalati in buona fede. Eventuali link che rimandino a contenuti non idonei o diversi da quelli inizialmente pubblicati, possono essere segnalati al nostro Staff via email. Sarà nostra cura provvedere ad effettuare una verifica ed eventualmente procedere ad una rimozione del link stesso.

mercoledì 14 giugno 2017

Proprietà degl' Amoli

AMOLI. (prunus cerasifera)


Gli amoli fanno parte di quella categoria di frutti dimenticati, in Italia sono conosciuti con i loro nomi volgari “rusticani” o “mirabolani” piuttosto che con quello italiano, amoli o prinus cerasifera.

L’albero da frutto degli amoli, il mirabolano, amolo, rusticano o scientificamente prunus cerasifera, appartiene alla stessa famiglia del prugno e del ciliegio, cioè quella delle Rosacee.Il mirabolano è un albero molto grande, fino a 8 metri di altezza, con corteccia di colore rossastro e una chioma globosa pure di colore rossastro, tranne in primavera quando si riempie di fiori rosa o bianchi simili a quelli del ciliegio.

I frutti del rusticano compaiono in estate, sono come delle susine, dalla buccia rossastra violacea e dal gusto acidulo che tende al dolce via via che raggiungono la piena maturazione.

Il mirabolano si è guadagnato l’epiteto di rusticano non a caso, è un albero molto resistente, che non necessita di particolari cure e sopporta anche la siccità, inoltre cresce in qualsiasi tipo di terreno, infatti, nonostante sia originario della zona del Caucaso, si è adattato benissimo anche al clima europeo.

Proprietà:

Utile come coadiuvante nella cura dell’ artrosi, dei reumatismi e della stitichezza.I frutti sono nutrienti, ricchi di vitamine, sali minerali e antocciani come tutti i frutti rossi.

Saporiti, anche se un po’ aciduli, vengono anche impiegati per preparare marmellate. Hanno proprietà lassative, dissetanti, diuretiche e depurative. La corteccia è astringente e febbrifuga.

All'interno dei frutti del Prunus si trovano inoltre:

 

In particolare, gli amoli sono ricchi di vitamina C, tannini e flavonoidi.

Possibili benefici e controindicazioni degli amoli

Agli amoli sono associate soprattutto proprietà digestive, lassative, dissetanti, depurative e diuretiche. Sembra però che per trarne i maggiori benefici possibili sia meglio mangiarli quando non completamente maturi, ancora un po' aspri.

Con questi frutti vengono preparate anche delle confetture. Vengono inoltre utilizzati nella cucina georgiana per preparare la tipica salsa tkemali.

SEGUI PASSIONEPERLOSPORT SU:


Sport come passione e stile di vita
#menùfitness #fitness  #paleo #proteica #postworkout #passioneperlosport #light #allenamentomattutino #dietametabolica #metodolafay #pausapranzo #sports #sport #active #fit #nonsimollauncazzo #strengthmatters #trx #rovigo #rovigram #picoftheday #photooftheday #afterlight #livefolk #liveauthentic #homeworkout #love #amoremio #loveyou #ricominciodame Blog 👉🏻 @passioneperlosport 

https://passioneperlosport.blogspot.it


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e con verifiche accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici (di battitura). Lo Staff di passioneperlosport si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog su segnalazione o dopo opportune verifiche periodiche.
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet (in particolare da diverse directory gratuite) e, pertanto, considerate di pubblico dominio. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore di cui il nostro Staff non è a conoscenza, vi preghiamo di comunicarcelo via email, così da permettere una veloce verifica ed una eventuale rimozione.
Gli autori del blog non sono responsabili del corretto funzionamento o dei contenuti di siti web segnalati negli articoli.Questi infatti, possono essere soggetti a variazioni nel tempo e la responsabilità ricade esclusivamente sui titolari dei siti web segnalati in buona fede. Eventuali link che rimandino a contenuti non idonei o diversi da quelli inizialmente pubblicati, possono essere segnalati al nostro Staff via email. Sarà nostra cura provvedere ad effettuare una verifica ed eventualmente procedere ad una rimozione del link stesso.

lunedì 12 giugno 2017

Bocconcini di pollo piccante

Ingredienti X 4 persone 

  • 500 g di petto di pollo a cubetti
  • 4 cucchiai di olio di oliva
  • 4 cucchiai di ketchup o concentrato di pomodoro 
  • 2 sottilette di parmigiano 
  • peperoncino q.b.
  • 1 cucchiaio di paprika in polvere
  • prezzemolo fresco tritato q.b.
  • sale q.b.

Circa 405 Kcal a porzione

Disponi i pezzetti di pollo in una pirofila da forno.


In un mixer frulla il ketchup, l’olio di oliva, il peperoncino e la paprika, ottenendo una salsina rossa e densa.


Versa la salsa sul pollo, mescola bene il tutto e trasferisci in forno caldo ventilato a 200 °C per almeno 20 minuti.

Servi i bocconcini di pollo cospargendoli con prezzemolo tritato e buon appetito!

SEGUI PASSIONEPERLOSPORT SU:


Sport come passione e stile di vita
#menùfitness #fitness  #paleo #proteica #postworkout #passioneperlosport #light #allenamentomattutino #dietametabolica #metodolafay #pausapranzo #sports #sport #active #fit #nonsimollauncazzo #strengthmatters #trx #rovigo #rovigram #picoftheday #photooftheday #afterlight #livefolk #liveauthentic #homeworkout #love #amoremio #loveyou #ricominciodame Blog 👉🏻 @passioneperlosport 

https://passioneperlosport.blogspot.it


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e con verifiche accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici (di battitura). Lo Staff di passioneperlosport si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog su segnalazione o dopo opportune verifiche periodiche.
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet (in particolare da diverse directory gratuite) e, pertanto, considerate di pubblico dominio. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore di cui il nostro Staff non è a conoscenza, vi preghiamo di comunicarcelo via email, così da permettere una veloce verifica ed una eventuale rimozione.
Gli autori del blog non sono responsabili del corretto funzionamento o dei contenuti di siti web segnalati negli articoli.Questi infatti, possono essere soggetti a variazioni nel tempo e la responsabilità ricade esclusivamente sui titolari dei siti web segnalati in buona fede. Eventuali link che rimandino a contenuti non idonei o diversi da quelli inizialmente pubblicati, possono essere segnalati al nostro Staff via email. Sarà nostra cura provvedere ad effettuare una verifica ed eventualmente procedere ad una rimozione del link stesso.


Bevande energetiche naturali: i più popolari energy drink

Bevande energetiche naturali


Ogni paese ha le sue tradizioni, ragione per cui vi è una ampia varietà di bevande energetiche naturali in giro per il mondo

Ecco comunque alcune valide alternative ai prodotti industriali che vanno per la maggiore:

Frullato di banana

Frutto energetico per eccellenza, la banana può essere preparata con latte o yogurt, cacao solubile, zucchero e banane. Grazie al potassio contenuto nelle banane, questo frullato è molto indicato anche per prevenire i crampi durante l’attività sportiva. Molti si ricorderanno come a partire dagli anni ’80 alcuni tennisti cominciarono ad introdurre il rito di sbocconcellare una banana tra un cambio palla e l’altro. Non è certo un caso!

Kombucha

Noto come tè o fungo di Muncharain, questo  è ottenuto dall’infusione di una coltura di particolari lieviti e batteri nel normale tè verde o nero, con l’aggiunta di zucchero. Questo tè fermentato proviene dalla Cina ed molto usato anche in Russia, ma sempre più diffuso anche in Italia.La tradizione gli assegna numerose proprietà stimolanti, anche se ad oggi non esistono studi che ne provino l’efficacia.

Si pensa che migliori le difese del sistema immunitario, i disturbi della pressione arteriosa, disintossichi e, trattandosi di un prodotto fermentato, migliori anche l’equilibrio della flora intestinale. Può quindi essere considerato a tutti gli effetti un’alternativa naturale ai drink energetici ricchi di zuccheri e caffeina.

Mate

Si tratta della bevanda che si ottiene dall’infusione delle foglie di erba mate. Originaria del Sudamerica, una volta essiccata e sminuzzata e produce un tè energizzante che tra le popolazioni delle Ande è bevuto per i suoi effetti benefici contro il mal di montagna. Si pensa abbia anche un effetto anti-ossidante e disintossicante.

Bevande energetiche naturali: un primo piano del mate, detto anche tè paraguaiense.

Guaranito

Praticamente la bevanda nazionale brasiliana. In Italia lo trovate promosso da Altromercato, quindi un prodotto equosolidale. Non è proprio l’originale, ma è ispirato molto da vicino ad una bevanda al guaranà assai popolare in Brasile. L’estratto proviene da produttori situati in Brasile, Mauritius e Costa Rica, mentre la produzione e l’imbottigliamento è affidato ad una piccola azienda italiana a conduzione famigliare.

Infine, da non sottovalutare anche le proprietà di piante come Ginseng e Ginkgo biloba

Sta a voi ora, provare queste  bevande energetiche naturali oppure confidare nella pur sempre affidabile tazzina di caffé.

SEGUI PASSIONEPERLOSPORT SU:


Sport come passione e stile di vita
#menùfitness #fitness  #paleo #proteica #postworkout #passioneperlosport #light #allenamentomattutino #dietametabolica #metodolafay #pausapranzo #sports #sport #active #fit #nonsimollauncazzo #strengthmatters #trx #rovigo #rovigram #picoftheday #photooftheday #afterlight #livefolk #liveauthentic #homeworkout #love #amoremio #loveyou #ricominciodame Blog 👉🏻 @passioneperlosport 

https://passioneperlosport.blogspot.it


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. Le informazioni contenute in questo blog, pur fornite in buona fede e con verifiche accurate, potrebbero contenere inesattezze o essere viziate da errori tipografici (di battitura). Lo Staff di passioneperlosport si riserva pertanto il diritto di modificare, aggiornare o cancellare i contenuti del blog su segnalazione o dopo opportune verifiche periodiche.
Alcune immagini inserite in questo blog sono tratte da internet (in particolare da diverse directory gratuite) e, pertanto, considerate di pubblico dominio. Qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore di cui il nostro Staff non è a conoscenza, vi preghiamo di comunicarcelo via email, così da permettere una veloce verifica ed una eventuale rimozione.
Gli autori del blog non sono responsabili del corretto funzionamento o dei contenuti di siti web segnalati negli articoli.Questi infatti, possono essere soggetti a variazioni nel tempo e la responsabilità ricade esclusivamente sui titolari dei siti web segnalati in buona fede. Eventuali link che rimandino a contenuti non idonei o diversi da quelli inizialmente pubblicati, possono essere segnalati al nostro Staff via email. Sarà nostra cura provvedere ad effettuare una verifica ed eventualmente procedere ad una rimozione del link stesso.