lunedì 31 marzo 2014

QUALI SONO I BENEFICI PER LA SALUTE DELL’AGLIO


QUALI SONO I BENEFICI PER LA SALUTE DELL’AGLIO 

I benefici per la salute dell’aglio sono molteplici e sono stati riconosciuti in egual modo sia dalla scienza, che dalla storia delle tradizioni popolari. Infatti, le sue proprietà benefiche per l’organismo erano note fin dal tempo degli antichi greci. E poi, sono state tramandate fino ai giorni nostri con estrema facilità, anche perché l’uso dell’aglio è anche molto diffuso in cucina. Personalmente, l’ho scoperto da alcuni anni e devo dire che mi ha di molto migliorato la vita. In primo luogo, è un ottimo rimedio contro il raffreddore e l’influenza. Per carità, lungi l’idea di abbattere quelle più devastanti. Eppure, devo dire che mi ha tolto di mezzo la maggior parte dei disturbi relativi e il suo uso mi permette di alleviare di molto gli effetti del raffreddore e del mal di gola. Insomma, per non essere un farmaco, è già un bel vantaggio, a mio avviso. Poi, lo trovo anche un ottimo agente stimolante, sia digestivo che diuretico. Al di là dell’assunzione sotto forma di infuso, si possono avere benefici evidenti anche con la semplice assunzione orale. In base alla mia esperienza personale, posso dire che, una capocchia (uno spicchio, insomma) di aglio, adeguatamente pulito della fine scorza e tritato in piccoli pezzettini, è in grado di farti andare di corpo nel giro di breve tempo (un’ora o giù di lì). In genere, la mattina, preferisco farmi una spremuta di arancia con l’aglio triturato, ma in alternativa si può anche mischiarlo al latte, con il vantaggio ulteriore di non avere alcun tipo di problema di alito pesante. A supporto di questo scopo, si può anche estrarre il germoglio che è all’interno dello spicchio ed è il maggiore responsabile del cattivo alito. Al di là di come lo si prende, il vantaggio digestivo è assicurato. A riguardo, l’aglio è anche un ottimo antibatterico, per non parlare della sua capacità di annientare gli elminti, che sono una specie di vermi che può colpire l’intestino. Per quanto riguarda la presenza di selenio e vitamine B e C, l’aglio si presenta anche come un notevole antiossidante naturale. E poi, aiuta da sempre a combattere l’ipertensione, la trombosi, l’aggregazione delle piastrine e il colesterolo alto. Infine, va anche ricordata la sua grande proprietà antitumorale. Personalmente, lo abbino durante i pasti con i broccoli (altro grande agente antitumorale), dal momento che l’aglio è anche un ottimo condimento per i cibi. A questo punto, non ho alcun dubbio al riguardo, che non sia relativo solamente alla qualità delle provenienza dell’aglio. In famiglia, abbiamo la fortuna di coltivarlo e il problema non si pone. In fase di acquisto, è sempre bene valutare anche questo aspetto. Per il resto, lo consiglio vivamente a chiunque, come sto facendo fin da quando ho scoperto le sue numerose qualità. I vantaggi d’altra parte sono così numerosi (è un ottimo alimento, costa poco, si può mangiare in molti modi, da sapore ai cibi, ne basta una piccola quantità) che gli svantaggi appaiono davvero minimi. Su questo fronte le controindicazioni sono davvero minime e l’alito pesante si può ridurre con estrema facilità.